6 passi per esser presenti a se stessi

L'articolo che segue è stato redatto da Marcella Danon
psicologa, trainer counselor, giornalista


La consapevolezza si esercita con piccoli gesti e piccole attenzioni che sviluppano apertura nei confronti del mondo e allargano gli orizzonti percettivi di ciò che siamo e ciò che vogliamo diventare.

Prima di cambiare il mondo dobbiamo saper cambiare noi stessi. E quando abbiamo cambiato noi stessi abbiamo già cominciato a cambiare il mondo.

Cambiare non vuol dire diventare altro da ciò che siamo, ma vuol dire lasciare da parte ciò che crediamo di essere o ciò che gli altri vogliono che noi siamo, per entrare invece più in contatto con la nostra natura autentica con ciò che vogliamo, che sentiamo, che crediamo e con ciò che possiamo effettivamente diventare se solo diamo fiducia e sostegno alle nostre potenzialità sopite.

Questo processo si innesca imparando a diventare presenti a noi stessi, creandosi spazi e tempi di silenzio interiore da cui lasciar emergere nuovi colpi d'occhio sulla realtà, nuove risposte e, soprattutto, nuove domande. Potremo così cominciare a indirizzare la nostra vita verso attività che abbiano un senso per noi, rimettendo in gioco – come dice il sociologo Domenico De Masi – gli equilibri che la nostra vita ci costringe a rendere definitivi, aprendoci all'innovazione, al rinnovamento, al cambiamento, all'apprendimento e alla crescita.

Cosa ci piace veramente?
Sappiamo rispondere a questa domanda? Conosciamo le nostre più profonde esigenze e sappiamo scegliere ciò che è meglio per noi senza farci condizionare dall'abitudine o dalle convenzioni nelle nostre scelte? Non è mai troppo tardi per imparare, basta iniziare a porsi la domanda e porsi in ascolto, per cogliere le risposte.

Tempo per sé
Spesso troviamo un senso alla nostra vita semplicemente affannandoci per gli altri e disperdendoci in mille attività. Ma finiamo col dimenticare noi stessi, e non potremo mai essere veramente utili agli altri se non avremo prima imparato a fare i conti con noi stessi. Prendiamo tempo, quindi, e dedichiamocelo, per una volta.

Osare
E' nell'oltrepassare i propri limiti che ci sentiamo ancora più vivi e che sperimentiamo in pratica la nostra capacità di modificare la realtà con il nostro contributo. Non facciamoci limitare da idee preconcette di noi stessi, non rassegnamoci a dipendere dalle nostre paure e dalle nostre incertezze. Andiamo oltre, è possibile!

Essere curiosi
Il mondo è piccolo quando non alziamo gli occhi dal nostro giornale o dalle pratiche che dobbiamo sbrigare. Diventa immenso quando ci permettiamo di guardarci attorno, di cogliere ogni occasione per imparare qualcosa di nuovo per scambiare esperienze e informazioni con chi ci sta vicino e chi ci sta lontano, scoprendo così cose che, da soli, non avremmo mai conosciuto.

Ritrovare la passione
Non è nel distacco ma nell'amore per la vita che si esprime il più alto grado dell'umanità. La capacità di provare forti emozioni nasce dall'interno, non dipende da un oggetto piuttosto che da un altro, nasce dalla disponibilità a lasciarsi trascinare dal vento della vita, senza perdersi, ma giocandoci insieme, come potrebbe fare un abile velista.

Coltivare la meraviglia
Anche la capacità di divertirsi e di vivere appieno il presente non nasce dall'esterno ma da una disponibilità interna. Il mondo è sempre nuovo, giorno dopo giorno, momento dopo momento. Aprendo la mente ed educandola a cogliere l'unicità di ogni istante, trasformiamo il nostro tempo in un'avventura senza fine.

Giusto due righe di ringraziamento per l'affetto ed il vivo interesse rivolto al mio articolo L'ombra sulla neve, la neve nell'ombra. Che i Sogni siano la guida per colorare di un sorriso in più le nostre vite.

Luminose giornate,

gidibao

L'articolo che Vi ho proposto integralmente è consultabile nel sito Life Gate

"Ci troviamo continuamente di fronte a una serie di grandi opportunità brillantemente travestite da problemi insolubili." John W.Gardner

Foto di Cool gidibaoz! Image Hosted by ImageShack.us creative commons license

Annunci

10 Risposte to “6 passi per esser presenti a se stessi”

  1. artemisia Says:

    Caro Gidibao,
    io un annetto fa, poco dopo il mio quarantesimo compleanno, h deciso di intraprendere proprio questo tpo di percorso, all’incirca coi passi succitati. E devo dire che, anche se a volte non ci riesco, spesso ho sentito che funziona e mi fa stare meglio con me stessa e con gli altri.

  2. gidibao Says:

    @artemisia
    Stai percorrendo anche tu la Via del Cimento… sono immensamente lieto che, nonostante le difficoltà proprie al “Percorso” tu ne possa trarre giovamento e nuova vita.
    Come tu scrivi, il migliorare ed essere in armonia è un imperativo che dovremmo espletare non solo per noi stessi, ma anche per gli altri.
    Hai mai avuto occasione di leggere “L’eroe dentro di noi” di C. Pearson?

    Buon viggio cara, sappi che non sei sola.

    gidibao 🙂

  3. henry Says:

    pur senza saperlo e’ cio’ che faccio anche io…purtroppo il mio lavoro mi ha impedito, e spesso mi impedisce, di trovare attimi per me stesso…ma cambiera’ presto!

    per adesso penso al mio prossimo viaggio alla ricerca di me…

  4. gidibao Says:

    @Henry
    Siamo come le ghiande… alcune cose nascono spontanee, altre occorre alimentarle con cura. Ti auguro un felice cambiamento 😉

    Luminose giornate e buon lavoro 🙂

    buon cammino…

  5. Carmen Says:

    MmMm 6 cose …. io son curiosa … mi piace mettermi sempre in gioco … non dar niente per scontato … cercare per prima cosa di piacere a me poi agli altri perchè infondo gli altri ci vedono come noi ci mostriamo … centra qualcosa con quello che hai scritto? mmm non saprei ma tanto quel che mi passa per la testa devo scrivere 🙂
    Be’ ti rispondo un po’ qua un po’ da me … son come il prezzemolo!!!
    Uno sm@k

  6. gidibao Says:

    @Carmen
    Ammetto, hai proprio ragione cara: gli altri ci vedono per come ci mostriamo
    Ci sono anche quelli però che ci vedono per come veramente siamo… 😀

    Evviva il prezzemolo, tornerò presto da te

    un baciotto,

    gidiparsley 😉

  7. Cilions Says:

    è uno dei motivi per i quali suono…

  8. Carmen Says:

    Buonnn Giornoooo ….
    Oggi uno splendidooo Soleee fuoriiiii ..Meno male ….
    Inizia anche il fine settimana … mmmm … va be’ non che cambi qualcosa per me … cmq fingiamoche sia felicissima!!
    Il mal di testa persiste … ma ormai ci ho fatto amicizia!
    Ma mi son svegliata bene …. Forse bei sogniii 😀
    Un bacioooo

    Carmen

  9. Derbeer Says:

    Bell’articolo, interessante.
    Mi fa riflettere sull’opportunità di fare o non fare una certa cosa…

  10. gidibao Says:

    @Cilions
    posso capire… la musica mi è sempre stata fedele compagna 😉

    @Carmen
    Fuori c’è il Sole, siamo in wekk end, e ti sei svegliata felice! 😀
    Ancora il mal di testa?!? … via via! lasciala in pace 😉

    @Derbeer
    Ciao cara, è un piacere ri-leggerti 🙂
    Attendo aggiornamenti… 😉

    un abbraccione,

    gidibao 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: